Crea sito
Pino Daniele


Sondaggio


Hai comprato la Special Edition di Nero a Metà?

No, ho già l'originale
No, ma la comprerò
No, non mi interessa
Sì, come potevo perdermela
Sì, mi aspettavo qualcosa di più
Sì. è bellissima



Vedi risultati senza votare



visto:3822
Il Mio Nome è Pino Daniele... - Recensione 3
recensione su www.quellicheiltreno.com

Un ottimo lavoro, ma che ho impiegato un po' ad assimilare, devo dire la verità. All'inizio ho fatto fatica ad entrare nei nuovi brani, semplicemente perché il "maestro" oltre ad utilizzare le solite sonorità ha utilizzato anche campanellini alla buddha bar, "wow wow" alla chili out e tante, ma tante sonorità brasiliane. I suoni sono come sempre caldi e alzando i bassi dell'amplificatore si possono ascoltare bassi da brividi. Tutto l'album è composto da 10 brani, sono presenti tre ospiti d'eccellenza del calibro di Giorgia, che canta nel brano "il giorno e la notte" e "vento di passione" due ballate smielate e con due testi bellissimi, ma non è l'unica partecipazione, infatti fanno la loro comparsa (e che comparsa) Tony Esposito e Alfredo Paixao, e per finire la crema, Peter Erskine Trio. Peter Erskine è un Dio della batteria, ha cominciato a suonare le percussioni a soli 4 anni, partecipando in svariati dischi (si parla di circa 400). Con Pino Daniele, ha partecipato ad uno degli ultimi album dal titolo "Medina". Tutti i brani del cd sono stati scritti e arrangiati da Pino Daniele ad eccezione di Mardi Gras, che è stata composta insieme a Alfredo Paixao bassista brasiliano ormai da anni trapiantato in italia, e anche lui come Peter Erskine è un versatile della musica, passando facilmente dal pop al rock alla musica latina con molta semplicità.

Il brano che apre il lavoro "direi capolavoro" dopo alcuni ascolti, è Back Home che è stato anche il primo singolo a passare per radio, e forse è il brano che più si avvicina alle sonorità classiche di Piano Daniele. Bello la parte del testo

"…assumere un atteggiamento di difesa al sentimento e manterrò le mie radici seguendo una sintonia che mi porti a casa mia…"

Come a preannunciare a chi ascolta che questo non sarà un lavoro uguale, ma che le radici sono quelle, e alla fine il lavoro verrà apprezzato.

Il secondo brano, tutto sud americano anche nel titolo. Rhum e Coca. Ho trovato il brano molto orecchiabile, bella musica alla Santana, con una chitarra molto tirata, ma il testo non mi ha lasciato nulla nell'anima.

La terza canzone è una perla. Un gioiello da mettere in vetrina e ammirare quando si ha voglia, e indossare nelle serate di gala. "Il giorno e la notte" in duetto con Giorgia, (grandissima, forse la più grande voce italiana) Pino Daniele scambia battute fini, sottili, da accompagnare fino a fare l'amore con la persona amata. Un delizioso sottofondo (anche qui alla Buddha Bar) con bassi altissimi a contrastare la voce alta di Giorgia.
"…Battito d'amore illogico, senso del pudore cinico, pioggia fina fina, disperatamente soli appoggiati al mondo…" Bellissima.

Il quarto brano, beh che dire. Puro ritmo brasiliano? Bassi e chitarra? Percussioni, questa volta è Tony Esposito a farla da padrone. "Salvami" il titolo e forse una richiesta di aiuto dell'autore napoletano a restare indifferente alle critiche e un invito ad essere più forte ad accettare tutto. Bel ritmo.

"Vento di passione" e il duetto si ripropone. Giorgia ancora una volta coinvolta in un altro brano da ricordare. Altro brano lento, altro brano da mettere nella bacheca.
"…e non c'è una ragione quando cerchiamo quel che resta, è come un vento di passione o una rosa rossa. Il ricordo di una amore ci cambia, non ci lascia…" Perché non cominciamo a far studiare poeti attuali nelle scuole? Sonorità spagnola-brasiliana. Perfetta.

Ora. Mettetevi il costume, portate con voi l'asciugamano, sdraiatevi al sole e state ad ascoltare questo brano che è in italiano, con dei passi in portoghese, e ridete, siate felici perché, la musica brasiliana è felicità anche quando racconta attimi di tristezza. Mardi Gras "martedì grasso" è una poesia dedicata a tutti quelli che soffrono di "saudagi".
"…ma che vita è senza questo sogno…"

La traccia sette, una confessione. Una grande ammissione. Pino Daniele è un peccatore. Un peccatore di blues. E allora, caro Pino siamo tutti peccatori. Il blues, l'anima della musica entra ogni volta nelle mie vene e mi trascina. Ma questo brano non ha molto di blues, se non un grandissimo Sax, e questo vale tutto il brano.
"…baby sono un peccatore che non si redime più…"

E siamo all'ottavo brano. L'africano. Pino Daniele lo ha sempre detto di sentirsi un po africano (vedi l'album Medina), ma gli africani non dicono "te quero mucho" e ancora sto cercando di capire un po il testo. "…e fanno musica latina fino alla mattina mi piacerebbe portarti via…". Il brano ricorda un po le colonne sonore dei film di Troisi e questo mi compiace.

Gli ultimi due brani sono quasi esclusivamente musicali, interrotti qua e la da un ritornello, o meglio dire loop. Vento in sottofondo, campanelli, un loop e tanto ma tanto Buddha Bar.

Il cd per me è una vera chicca, anche perché devo essere sincero, il penultimo album non mi era piaciuto molto. Quindi un grazie a Zio Pino per averci riportato un bellissimo disco e tanta buona musica in un momento in cui tutti cantano tutti e altri fanno uscire solo raccolte.

Recensione di Daniele Trombetti su www.quellicheiltreno.com







Autore:

Filtro Anti spam: Nome e cognome dell'artista a cui è dedicato questo sito (Tutto Maiuscolo - 4,7):



Tutti i commenti saranno pubblicati immediatamente sul sito.
I commenti volgari, con contenuti offensivi o non ritenuti idonei dall'amministratore saranno rimossi il più in fretta possibile.
Segnalate tutti i commenti che ritenete non rispettano le precedenti regole ai riferimenti email indicati in fondo alla pagina.
L'amministratore non è responsabile del contenuto dei commenti pubblicati, ma interverrà cancellando i commenti non idonei qualora necessario.




Lista Commenti


Ancora nessun commento inserito per questo articolo.






visto:44961 Visualizza i commenti e/o scrivi un commento
Brevi Pino Daniele 2013


Articolo aggiunto il 28/05/2014

28/05/2014
Nero a metà special edition

Il 3 giugno esce Nero a metà Special Extended Edition (Universal Music Italia), lo storico terzo album di Pino Daniele: sono stati recuperati i nastri originali e rimasterizzati i 12 brani del cd. Inoltre dalle stesse registrazioni del 1980 sono stati tratti due brani inediti (di cui uno strumentale) e nove brani in versioni alternative e demo, che i fan potranno ascoltare per la prima volta. L'album sarà disponibile nei negozi, in digital download e su tutte le piattaforme streaming.
(leggi la fonte)
 

28/05/2014
Pino Daniele premiato ai Music Award

Il 3 giugno tornano i MUSIC AWARDS, in scena per il secondo anno consecutivo a Roma presso “Il Centrale Live” – Foro Italico e in diretta in prima serata su Rai 1. Tra i premiati anche Pino Daniele.
(leggi la fonte)
 

18/03/2014
Pino Deniele a Webnotte

Una serata speciale, quella di Webnotte, online su Repubblica.it questa sera (18/03/2014) alle 21.30. Sì, perché protagonista tra le scrivanie della redazione di Repubblica sarà Pino Daniele, che con la sua band verrà a presentare la sua grande musica e a parlare dello straordinario evento che si terrà l'1 settembre all'Arena di Verona, un'unica serata in cui l'artista riproporrà uno dei suoi capolavori, Nero a metà. In esclusiva per Webnotte Daniele proporrà alcuni brani dal vivo. vedi qui la puntata di webnotte
(leggi la fonte)
 


Leggi le altre brevi





Questa pagina è stata visualizzata 59933 volte.